Escursioni alla Necropoli e al Museo di Cerveteri full day

           

La città etrusca di Cerveteri, antica Ceizra-Caere, è dopo Tarquinia-Tarhcna il più importante centro etrusco della dodecapoli tirrenica.

L’antico abitato, fiorente fin dal periodo villanoviano (IX-VIII secolo a.C.), si estendeva su un vasto pianoro tufaceo oggi purtroppo intensamente urbanizzato, mentre uno scenario miracolosamente intatto e di grande suggestione è ancora oggi offerto dall’itinerario della Necropoli Monumentale della Banditaccia.

La necropoli si estende su un altopiano ad Ovest dell’abitato, tra antiche tagliate etrusche ombreggiate da pini e lecci secolari. La sua particolarità risiede nel fatto che il progetto seguito dagli Etruschi ebbe come scopo quello di imitare la tessitura urbanistica della città dei vivi: le camere funerarie infatti si articolano lungo un asse viario principale, la Via degli Inferi, e presentano una disposizione a scacchiera, con vie minori che si incrociano tra loro, definendo uno schema urbano completo.

Le tombe sono disposte lungo i lati delle strade ed in gran parte si presentano come un tumulo con una grande base a tamburo tagliato nel tufo o costruito in blocchi in opera isodoma, che sostiene una calotta di terra al cui interno viene imitata fedelmente la struttura architettonica della casa, un complesso susseguirsi di ambienti domestici, incroci, decorazioni e portali calati in un contesto prettamente cittadino.

La Necropoli comprende circa quattrocento sepolture monumentali e copre un periodo storico che va dall’ VIII al I secolo a.C.

                                        

Fra le tombe più importanti, visiteremo la Tomba dei Rilievi (del IV secolo a. C.), con stucchi policromi che rappresentano animali e oggetti di uso quotidiano. Si tratta di una camera unica con divisori, loculi, pilastri e spazi delimitati per le sepolture. Non mancheremo di entrare poi nella Tomba dei Capitelli, del VI sec. a. C., interamente scavata nel tufo, con un dromos di entrata e due piccole camere più una sala trasversale centrale su cui si aprono, sul fondo, tre celle destinate alle deposizioni dei personaggi più antichi ed importanti della gens. La tomba della Capanna, invece, ci offrirà la testimonianza della più antica tomba a camera della necropoli, risalente agli anni iniziali del VII secolo a.C. (Orientalizzante Antico).

L’itinerario prosegue poi (dopo la pausa pranzo) con la visita del piccolo ma sapientemente organizzato Museo Archeologico Nazionale Cerite, ricavato all’interno dello splendido castello medievale ceretano, con corredi funerari provenienti non solo dai complessi della necropoli della Banditaccia, ma anche dagli altri sepolcreti del Sorbo e di Monte Abatone.

Nelle sale del secondo piano del Museo potremo ammirare le più belle terrecotte architettoniche prodotte per decorare i santuari urbani, come quello dedicato ad Hera e quello dedicato ad Eracle.

L’esperienza del Museo ceretano rappresenta un opportuno completamento di uno dei più interessanti percorsi didattici nell’”Etruria Meridionale tirrenica”.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: SERVIZIO GUIDA EURO 9 A ALUNNO + INGRESSO EURO 2 A ALUNNO, con gratuità per docenti e alunni disabili; è necessaria la lista degli studenti con timbro e firma in originale del Dirigente scolastico.

La quota include le PROIEZIONI MULTIMEDIALI GRATUITE DI PIERO ANGELA nella sala Mengarelli e nelle tombe della Cornice e dei Vasi Greci, che si possono richiedere al momento dell'ingresso, direttamente ai nostri operatori, in base alla disponibilità.

Per informazioni e prenotazioni chiamare i nn. 0692939974;  0766840578; cell. 3281640180, oppure scrivere a segreteria@romoloeremo.com, lasciando tutti i riferimenti per essere ricontattati.

I costi sono da intendersi Iva esclusa.


[Indietro]

Tel 0 6 9 2 9 3 9 9 7 4 - 0 7 6 6 8 4 0 5 7 8 - cell 3 2 8 1 6 4 0 1 8 0 - P IVA 1 1 4 6 9 7 0 1 0 0 4 - Romolo e Remo - Percorsi culturali a Roma e nel Lazio - orari uffici da lun a sab h 9 - 13 e h 15 - 18; E_mail segreteria@romoloeremo.com